Ulrich Erben
biografia

Ulrich Erben è nato a Düsseldorf (Germania) nel 1940 e a sedici anni si trasferisce a Roma. Tra il 1958 ed il 1963 studia nelle accademie d’arte di Amburgo, Venezia e Monaco e successivamente in quella di Berlino. Partendo dai paesaggi e dalle nature morte, i suoi lavori si concentrano sempre più sul legame tra geometria e natura, con particolare interesse per le dimensioni e gli spazi. 

LEGGI TUTTO
biografia

Ulrich Erben è nato a Düsseldorf (Germania) nel 1940 e a sedici anni si trasferisce a Roma. Tra il 1958 ed il 1963 studia nelle accademie d’arte di Amburgo, Venezia e Monaco e successivamente in quella di Berlino. Partendo dai paesaggi e dalle nature morte, i suoi lavori si concentrano sempre più sul legame tra geometria e natura, con particolare interesse per le dimensioni e gli spazi.

Nel 1968 esegue il suo primo quadro dipinto di bianco. Questo colore è il simbolo della pittura neutra, libera da associazioni e carica di energia priva di rimandi figurativi. Ulrich Erben si inserisce in questo contesto artistico con una mostra personale alla Galleria m di Bochum nel 1971, realizzando opere dal fondo generalmente bianco, con sovrapposizioni di una sezione centrale geometrica realizzata tramite un solo colore, sul quale egli insiste successivamente con diversi strati di bianco. In seguito, pur utilizzando sempre prevalentemente il colore bianco, Erben aggiunge su questa materia, che diventa sempre più spessa, forme semplici di colori saturi, date dal gesto largo della pennellata. Le forme rigide tendono così a dissolversi sempre più, andando di pari passo con l’intensificarsi dell’uso del colore, in particolare verso la fine degli anni ‘80. I colori diventano rimandi mnemonici, “colori della memoria”, spesso proposti sulla tela in base alla loro influenza e attrazione reciproca. Insieme ai colori, anche la luce e le dimensioni dei quadri di Ulrich Erben sono elementi fondamentali per coinvolgere lo spettatore: i suoi quadri sono grandi, abbastanza ampi, mai però più alti di un uomo e più larghi dell’apertura delle sue braccia. L’illuminazione variabile, unitamente alle differenti tonalità cromatiche, si incrocia sulle sue tele generando illusioni prospettiche e sfumature mutevoli. 

Ulrich Erben partecipa alle principali mostre dedicate alla Pittura Analitica, tra cui, nel 1973, “Tempi di percezione”, Casa della Cultura, Livorno, “Un futuro possibile. Nuova Pittura”, Palazzo dei Diamanti, Ferrara, “La riflessione sulla pittura”, Palazzo Comunale, Acireale; “Geplante Malerei”, Westfälischer Kunstverein, Münster, Galleria del Milione, Milano, 1974-75; “I colori della pittura”, Istituto Italo Latino Americano, Roma, 1976. Nel 1977 è invitato a Kassel per “Documenta 6”. Interessato anche agli effetti di luce oltre il quadro, lavora anche a progetti e dipinti murali, come nelle mostre al Museo Folkwang di Essen, al Kunstverein di Colonia, alla Galleria Piltzer di Parigi, al Ginza Five di Tokyo. Negli ultimi decenni ha esposto fra l’altro alla Kunsthalle di Mannheim (1984), al Kunstverein für die Rheinlande und Westfalen a Düsseldorf (1990). Nel 2003 il Museum Wiesbaden gli ha dedicato una monografica. Nel 2010 ha tenuto un’importante mostra personale alla Galleria Studio G 7 di Bologna, con la quale da tempo collabora. Alla Fondazione Zappettini ha esposto nelle collettive “Pittura 70. Pittura-pittura e astrazione analitica” (Chiavari, 2004) e “Le superfici opache della Pittura analitica” (Chiavari, 2009).

Nel 1980 diventa professore di pittura presso la Kunstakademie di Düsseldorf e dal 1992 è membro della Sezione di Arte Figurativa della Akademie der Künst di Berlino. 

Attualmente vive e lavora a Düsseldorf.

CHIUDI X
esposizioni personali

2013

Bologna, Galleria Studio G7

Milano, MAAB Gallery

München, Walter Storms Galerie

Milano, Fondazione Zappettini

 

2012

Berlin, Galerie DUVE

Stuttgart, Galerie Müller-Roth

 

2011

Duisburg, Museum DKM,

Duisburg, MKM Museum Küppersmühle für Moderne Kunst,

Mainz, Bergner + Job Galerie

 

2010

Bologna, Galleria Studio G7

Kieve, Museum Kurhaus Kleve

 

2008

München, Walter Storms Galerie

 

2007

Stuttgart, Galerie Müller-Roth

 

2005

Duisburg, Museum DKM

 

2004

Wuppertal, Von der Heydt-Museum

 

2003

Cottbus, Kunstmuseum Dieselkraftwerk Cottbus

Wiesbaden, Museum Wiesbaden

 

2002

Kieve, MKK Museum Kurhaus Kleve

Düsseldorf, Galerie Hans Strelow

 

2001

Düsseldorf, Galerie Hans Strelow

Mönchengladbach, Galerie Löhrl

 

2000

Stuttgart, Galerie Müller-Roth

Muünchen, Walter Storms Galerie

 

1999

Münster, Westfälischer Kunstverein

Otterndorf, Museum gegenstandsfreier Kunst

Düsseldorf, Galerie Hans Strelow

 

1997

München, Rupert Walser

 

1996

Essen, Kunstverein Ruhr e.V.

 

1992

Münster, LWL - Westfälisches Landesmuseum für Kunst und Kulturgeschichte Münster

 

1991

Xanten, Kunstverein Xanten e.V. (KUX)

 

1990

Mönchengladbach, Galerie Löhrl Fotografie I & II

Düsseldorf, Kunstverein für die Rheinlande und Westfalen

 

1988

Arnsberg, Kunstverein Arnsberg

 

1987

Düsseldorf, Galerie Hans Strelow 

 

1985

Berlin, Kunst in der Bundesrepublik Deutschland 1945-1985, Nationalgalerie Berlin

 

1984

Mannheim, Elementare Malerei, Städtische Kunsthalle

 

1981

Kiel, Kunstverein Braunschweig, Schleswig-Holsteinischer Kunstverein

Tübingen, Kunsthalle

 

1979

Leverkusen, Städtisches Museum Leverkusen

 

1976

Wien, Rosemarie Schwarzwälder

London, Annely Juda Fine Art

 

1973

Köln, Kölnischer Kunstverein

 

1972

Düsseldorf, Galerie Schmela

 

1971

Bochum, M-Fotografie Bochum 

TUTTE LE ESPOSIZIONI
sede legale Via Nerino 3 - 20123 Milano. Italy

contatti tel. 02 89281179 Milano
fax. 02 37902808 Milano
tel. 049 7997959 Padova
sedi espositive · Via Nerino, 3 - 20123 Milano
· Riviera San Benedetto, 15 - 35139 Padova
info & newsletter Richiedi informazioni o iscriviti alla nostra newsletter.
Ti terremo informato su tutte le nostre esposizioni e/o iniziative.